Skip to main content

Focaccia Barese col Li.Co.Li.

Premessa: credo sia una delle focacce più buone che io abbia mai fatto e mangiato!

Ingredienti per due teglie:
200g licoli opportunamente rinfrescati
920g farina di semola rimacinata
760g acqua appena tiepida
20g sale

30g olio d'oliva per la fine

Se usate la planetaria, inserire la foglia.
Sciogliere il licoli con metà dell'acqua (380g se non avete voglia di fare i conti!). Quando i due ingredienti si sono ben amalgamati, aggiungere parte della farina, direi 200g circa presi dal totale.
A questo punto sostituire la foglia col gancio.
Aggiungere alternando la farina e l'acqua e, fra un passaggio e l'altro, inserire il sale.
L'impasto risulterà morbido.

Coprire la ciotola con un panno e lasciare a riposo per 1 ora.

Preparare le teglie ungendole con abbondante olio d'oliva (non tutto).
Con le mani unte, prendere metà dell'impasto. Tenderà a "colare", con l'altra mano raccogliere l'impasto che tende a colare. Palleggiare l'impasto da una mano all'altra quattro o cinque volte. Vedrete che si attiverà il glutine e la terrà insieme. Quindi disporla nella teglia. Non importa dargli forma: quando lieviterà si prenderà tutto lo spazio della teglia.
Ripetere il palleggiamento con l'altra metà dell'impasto e disporla sull'altra teglia.

Lasciare lievitare coperta con pellicola per due/tre ore. L'impasto triplicherà.

Cospargere la superficie con l'olio restante e con del sale.

Cuocere a 230°C (445°F) per 25-30 minuti. 

Lasciar raffreddare su una gratella. Ma se avete un figlio come il mio, non fate in tempo!!! 



 

Comments

Popular posts from this blog

Meringhe

Adoro le meringhe. Oggi, avendo delle chiare d'uovo avanzate, le ho fatte aggiungendoci del cacao. Per 100g di albumi, 100g zucchero semolato 100g zucchero a velo Ho montato gli albumi, ho aggiunto lentamente lo zucchero semolato, quindi lo zucchero a velo, infine ho aggiunto il cacao. La quantità va a gusti. Io, su 140g di albumi, ne ho messi 3 cucchiai.  Le ho disposte sulla teglia e le ho messe nel forno caldo a 230°F per 90 minuti. Non solo hanno lasciato un piacevole profumo in casa, ma anche il gusto, ahimé, è davvero buono.

La Ciabatta

Ci sono cose che gli italiani che vivono in Italia possono raggiungere quotidianamente, mentre per noi italiani all'estero sono un miraggio. Il panino al prosciutto ad esempio. Quella bella ciabattina con dentro prosciutto cotto o crudo o mozzarella o salame. Insomma, la semplicità. Qui negli USA pensano che noi italiani mangiamo i panini con le polpette! Il pane buono qui non lo trovo. E noi sappiamo cosa intendiamo con PANE BUONO! Prosciutto cotto nemmeno. Quello crudo sì. Il Parma! Allora, complice Great British Bake Off mi sono messa a fare la ciabatta e poi sono andata a comprare il prosciutto crudo di Parma. E per cena ieri: PANINO AL PROSCIUTTO! Una prelibatezza!!! Eccovi la ricetta. 315g acqua 250 g Farina 00 250 g Farina Manitoba (alto contenuto di glutine - W350-380) 6 g Zucchero (per nutrire il lievito) 16 g Sale 15 g lievito di Birra (o 5 g di lievito Liofilizzato) o    Sciogliete il lievito nell'acqua o    Aggiungete metà della farina o    

Frollini (di nuovo)

Ho rifatto i frollini, quelli in questa ricetta:  frollini semplici  ma questa volta con delle varianti. Ne ho fatti alcuni col limone, alcuni col cioccolato, e altri con i pistacchi. Mio figlio dice che non riesce a smettere di mangiarli!!!